Estimated reading time for this article: 3 minutes

Ho incontrato la prima volta Marco Testoni perché eravamo entrambi membri della giuria del Premio Poggio Bustone dedicato a Lucio Battisti.

In quell’occasione non abbiamo avuto modo di parlare molto presi dagli artisti sul palco e dell’ottima musica che ascoltavamo.

Lulu Lafiandra, Marco Testoni ed Emiliano Girolami al Premio Poggio Bustone

Dopo qualche anno, finalmente, ci siamo visti e abbiamo fatto una lunga chiacchierata di cui vi renderemo conto nei prossimi post perché ci sarà bisogno di una lunga introduzione. Il tema di partenza, che abbiamo già affrontato negli articoli precedenti, è quello della musica per video.

La carriera di Marco Testoni

Marco si è formato al Conservatorio “A. Casella” de L’Aquila e da subito ha orientato la sua direzione verso la musica applicata al cinema, teatro e arti digitali con un notevole riscontro.

Nel 2014 ha vinto il Premio Colonne Sonore per il film BlackOut. Nel 2015 è stato premiato come Compositore dell’anno al Premio Roma Videoclip.

Nel 2017 le sue performance multimediali e musicali sono state presentate al Musee des Arts Decoratifs du Louvre di Parigi, al Macro di Roma e al Santo Stefano al Ponte di Firenze.

Nel 2018 ha realizzato MAJE con Andrea Bigiarini e gli artisti visuali del New Era Museum, un’opera che unisce proiezioni immersive e musica acustica ed elettronica.

Nel 2019 ha presentato la sua VR19 Freedom al Festival VRExperience di Roma, una performance multimediale di musica applicata alla realtà virtuale.

Nel 2020 ha realizzato le musiche dell’opera VR Baroque Moments on Fire della regista Anabela Costa.

Marco Testoni ha al suo attivo circa 60 colonne sonore tra cinema e serie televisive come è possibile vedere nel dettaglio nella sua pagina di IMDb (il database dei professionisti del Cinema).

L’attività come musicista

Intensa è anche la sua attività con l’ensemble Pollock Project con 5 dischi all’attivo e un’intensa attività concertistica nell’ambito della multimedialità.

Collaborano al progetto Simone Salza, Elisabetta Antonini, Massimiliano Di Loreto, Cecilia Silveri, Nicola Alesini.

Con Mats Hedberg (il gruppo si chiama Hang Camera) realizza due dischi suonando con Billy Cobham, Elena Somarè e Michele Ascolese.

Intensa è anche la sua attività come compositore di canzoni. Marco Testoni, in questo ambito, ha collaborato con Antonella Ruggiero, Tosca e Paola Turci.

Insieme a Mario Zanotelli ha realizzato anche numerose composizioni di musica per bambini.

Marco Testoni e la didattica

Come didatta ha diretto nel 2014 il primo corso in Italia di Music Supervisor per la Regione Lazio e ha tenuto numerosi workshop presso l’Università IULM di Milano, la University School of Music di Cardiff, l’Accademia Griffith di Cinema e Tv di Roma, il SAE Institute di Milano.

Non contento di aver collaborato con molti istituti di prestigio, nel 2020 fonda, con Massimo Privitera, CineArteMusica la Scuola delle Arti Cinemusicali e Digitali.

Le pubblicazioni

Dal 2020 è direttore del canale web Tv Soundtrack City e vicedirettore del magazine Colonne Sonore.

Su Soundtrack City è possibile trovare interessanti interviste con professionisti del mondo della musica per immagini.

Una risorsa molto utile per chiunque voglia approfondire i temi e conoscere i punti di vista dei diretti interessati presentati in modo informale ed estremamente efficace.

Marco ha scritto anche due libri utili per approfondire i temi della musica per video in senso lato. I titoli sono:

Musica e visual media – Dino Audino editore, 2016

Musica e Multimedia – Dino Audino editore, 2019

Di questi parleremo in modo più dettagliato nei prossimi articoli perché rappresentano una descrizione del modo di lavorare, delle professioni e degli approcci da adottare per essere efficaci nella produzione di colonne sonore e musica per video.

In sintesi

Come detto nel titolo, e come avete avuto modo di capire leggendo, Marco Testoni interpreta il ruolo di musicista nella accezione più ampia del termine. Capite ora perché una introduzione su di lui e la sua carriera fosse necessaria per avere le giuste fondamenta su cui costruire i post che verranno. A presto!

Sono un ingegnere elettronico con la passione per la musica ed il suono. Mi sono avvicinato alla musica da autodidatta (salvo una breve parentesi alla University of the Blues di Dallas) e ho suonato nei peggiori locali italiani (con casuali puntate all'estero). Ho costruito la mia prima radio FM appena finita la terza media. Ho continuato con amplificatori a valvole e transistor fino ad arrivare alla produzione di circuiti integrati. Collaboro da anni con varie riviste (cartacee e web) di musica nelle quali mi occupo di recensioni di strumenti musicali e sistemi per l'elaborazione del suono. Trovate le mie pubblicazioni su Accordo (accordo.it), la rivista Chitarre (dal 2010 al 2015) e su Audio Central Magazine (audiocentralmagazine.com). Produco musica da un po' nello NTFC Studio che serve sostanzialmente per le produzioni di NTFC Band.