Estimated reading time for this article: 3 minutes

Come abbiamo scoperto nel precedente post su di lui, Marco Testoni ha scritto due testi che trattano della musica per multimedia.

Ne parliamo in questo articolo perché ci sembrano due fonti di informazioni molto utili per chi vuole addentrarsi nei meandri della professione di autore di musica per immagini.

I testi

Il primo libro si intitola Musica e Multimedia e tratta del ruolo della musica nello sviluppo di un progetto multimediale. L’editore è Dino Audino e la pubblicazione è del 2019.

Il secondo si intitola Musica e Visual Media e tratta delle professioni relative al mondo della realizzazione delle colonne sonore. L’editore è ancora Dino Audino e la pubblicazione è del 2016.

I libri di Marco Testoni sulla musica per multimedia
I libri di Marco Testoni sulla musica per multimedia

Musica per Multimedia

La multimedialità ha cambiato in modo ormai definitivo il modo di porsi di fronte a un’opera d’arte o di fruire, più in generale, di contenuti.

Il modo di fruizione di opere d’arte, film e documentari, contenuti didattici e comunicazioni di tutti i tipi è stato prepotentemente influenzato dalle possibilità offerte dalle nuove tecnologie.

In questa ottica il ruolo del musicista si è adattato al contesto variando le modalità di impostazione e realizzazione dei contenuti musicali applicati al multimediale.

Le domande a cui rispondere nell’approccio alla produzione di musica per multimedia sono:

  • Qual è il ruolo della musica nello sviluppo di un lavoro multimediale?
  • Quel è il valore aggiunto che un musicista può procurare nella interazione con gli altri media?
  • Quali sono le possibilità creative offerte dalle nuove tecnologie?

La risposta a queste domande è contenuta in Musica e Multimedia. Il testo racconta le implicazioni e le applicazioni della multimedialità in senso largo.

Si va dalla video arte alla didattica, dal sound design agli sviluppi contemporanei del linguaggio multimediale: video mapping, musica adattiva, realtà aumentata, performance e mostre immersive.

La lettura è scorrevole ma rigorosa. Il libro si legge velocemente perché sia il modo di esporre che i contenuti tengono alto l’interesse. Si impara molto e molto rapidamente.

Le informazioni raccolte sono utili sia per i professionisti che per i principianti che intendono avvicinarsi al mondo della musica per multimedia.

Vengono affrontati tutti gli ambiti relativi al tema. Sia quelli più teorici (Sinestesia e Multimedialità o Interattività e Percezione) che quelli più rivolti agli aspetti pratici (I mestieri del Multimediale e i Software e prodotti Multimediali). Non mancano i riferimenti alla grande eredità che abbiamo ricevuto dal Cinema. Interessante è anche la trattazione delle evoluzioni attuali (Arte digitale e Didattica) e l’analisi di un possibile futuro della musica per multimedia.

Musica e Visual Media

Il secondo testo affronta il tema del “sistema musica” in relazione ai suoi rapporti con il mondo dell’audiovisivo.

Partendo da una evoluzione storica della musica per immagini, il testo offre gli strumenti per affrontare le fasi della produzione di una colonna sonora.

Sono affrontati gli aspetti artistici, quelli tecnici e quelli gestionali in modo ampio e completo.

Si parla si composizione, post-produzione, screening musicale della sceneggiatura, scelta dei brani di repertorio, sessioni in studio di registrazione, music licensing.

Come si capisce facilmente, anche in questo caso, il testo fornisce informazioni e strimenti molto utili a chi volesse approcciare la produzione di musica per multimedia.

Vengono affrontate anche le novità che la tecnologia digitale ha portato nel mondo della musica per immagini trasformando tecniche e attività professionali.

Si racconta di ruoli che prima non esistevano quali il music supervisor, il consulente musicale e il sound designer. Ruoli che hanno assunto, rapidamente, funzioni di riferimento e raccordo nei vari momenti di realizzazione di una colonna sonora.

Anche in questo caso si coglie la volontà di divulgare senza fare sconti al rigore dei contenuti. Seguendo il processo di produzione della colonna sonora si affrontano tutti gli aspetti utili nel percorso che va dall’idea alla realizzazione.

Due strumenti utili per chi fa musica per multimedia

Come dovrebbe essere chiaro a questo punto, i testi di Marco sono due strumenti utili per chiunque, professionista o semplice appassionato, voglia misurarsi nel difficile campo della musica per multimedia.

Insieme, i libri, costituiscono una guida da leggere (e lo si fa in poco tempo) e consultare nei vari momenti della carriera per avere una base solida su cui fondare le proprie scelte.

Sono un ingegnere elettronico con la passione per la musica ed il suono. Mi sono avvicinato alla musica da autodidatta (salvo una breve parentesi alla University of the Blues di Dallas) e ho suonato nei peggiori locali italiani (con casuali puntate all'estero). Ho costruito la mia prima radio FM appena finita la terza media. Ho continuato con amplificatori a valvole e transistor fino ad arrivare alla produzione di circuiti integrati. Collaboro da anni con varie riviste (cartacee e web) di musica nelle quali mi occupo di recensioni di strumenti musicali e sistemi per l'elaborazione del suono. Trovate le mie pubblicazioni su Accordo (accordo.it), la rivista Chitarre (dal 2010 al 2015) e su Audio Central Magazine (audiocentralmagazine.com). Produco musica da un po' nello NTFC Studio che serve sostanzialmente per le produzioni di NTFC Band.